Muovity: un social network per la mobilita’ sostenibile

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  7 marzo, 2013  |  Nessun commento
7 marzo, 2013
mobilita_palermo_dentro

Visite: 800

Il portale “Mobilita Palermo” lancia il social network “Muovity” per promuovere il car pooling nel capoluogo e coinvolgere la cittadinanza nell’uso dell’auto condivisa.
Per chi partecipa ci sono ovviamente delle agevolazioni: abbonamenti Amat e buoni per il carburante e per l’acquisto di biciclette. Ma anche app e giochi per vivere la città in modo sostenibile.
Incentivare l’uso del car pooling nella provincia di Palermo grazie a un social network incentrato sulla mobilità sostenibile. È questo l’obiettivo del progetto “Muovity”, presentato dall’associazione Mobilità Palermo, che ormai da cinque anni tratta sull’omonimo portale tematiche legate a mobilità urbana, innovazione tecnologica, gestione dei rifiuti e cura del centro storico.
Muovity è risultato aggiudicatario del bando del Miur intitolato “Smart cities, communities and social innovation”, finanziato con fondi comunitari.
Il car pooling si differenzia dal car sharing perché mentre quest’ultimo è generalmente gestito dall’Amministrazione,  il car pooling è autogestito dagli automobilisti associati.
All’interno della community di Muovity sarà inoltre possibile scaricare una app per cellulari in grado di monitorare costantemente i tempi di percorrenza degli autobus dell’Amat. In questo modo gli utenti potranno conoscere i tempi di attesa alle fermate.
Ci sarà anche un gioco in perfetto stile “The Sims” attraverso il quale ciascun utente potrà stringere amicizia con i passeggeri con i quali si è trovato meglio: si potranno esprimere giudizi sulla pulizia dell’auto condivisa e sul rispetto della sicurezza al volante da parte degli altri automobilisti o manifestare i propri gradimenti sulla compagnia e sulla musica da ascoltare all’autoradio.
Speriamo che questa sperimentazione funzioni e che anche le altre città d’Italia adottino questo sistema di mobilità ecosostenibile.

Notizia a cura di: http://lampadinalab.wordpress.com/

Lascia un commento