Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Mercato browser febbraio 2013: + Internet Explorer, – Google Chrome

Mercato browser febbraio 2013: + Internet Explorer, – Google Chrome
1 minuti di lettura

Positivi per il browser di Microsoft gli ultimi dati di Net Applications, la società specializzata che elabora i dati di 160 milioni di visitatori unici ogni mese monitorando 40mila siti web di aziende clienti.
Secondo le ultime statistiche a febbraio 2013 si è infatti registrata una crescita della market share di Internet Explorer, che passa dal 55,15% di gennaio al 55,82% attuale. Sebbene si parli di piccole variaziaoni percentuali,  il dato è tornato a superare la soglia del 55 per cento dopo molto tempo. Alla crescita di IE corrisponde una flessione di Google Chrome, che perde l’1,21% dei suoi utenti passando da una quota di mercato del 17,48% ad una del 16,27% in appena 28 giorni.

A riportare in auge il browser di Microsoft sicuramente la versione più recente, la 10, rilasciata da poco per Windows 7 dopo quella per Windows 8  dello scorso ottobre.
Internet Explorer 10 è un’evoluzione per velocità, interattività, privacy e sicurezza e introduce i gesti touch anche su Windows 7. Disponibile per il download in 95 lingue, nelle prossime settimane arriverà come aggiornamento automatico agli utenti di Windows 7.
Secondo quanto scrive Ceri Gallacher, program manager di Internet Explorer, il browser appena rilasciato per Windows 7 raggiunge un aumento del 20% nella velocità di caricamento dei siti web rispetto al predecessore Internet Explorer 9. Abilita il supporto per il tatto, mostrato ad esempio sul sito internet ExploreTouch.ie: apre quindi uno spazio di interazione con i gesti. Per la privacy è attivata l’opzione “Do not track” che innalza il livello di tutela dei dati personali durante la navigazione online. Inoltre incrementa la sicurezza e riduce il consumo delle batterie dei laptop.

Sul secondo gradino del podio rimane Mozilla Firefox, che aumenta la sua percentuale di diffusione dal 19,94% al 20,12%. Così come accrescono la loro popolarità, seppur di poco, Safari (5,24% > 5,42%) ed Opera (1,75% > 1,82%).

A controbilanciare i dati di NetApplications (a favore di Google Chrome), arrivano quelli di StatCounter sempre di febbraio, che classifica i browser in funzione delle pagine viste dagli internauti (circa 15 miliardi quelle tracciate nel periodo). Secondo questo modello di calcolo (meno indicativo del precedente), Chrome guarderebbe gli altri programmi dall’alto verso il basso con una fetta del 37%, staccando nettamente sia Internet Explorer che Firefox, rispettivamente al 29,8% e al 21,3%.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>