Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Iphone low cost, il mistero s’infittisce

Iphone low cost, il mistero s’infittisce
3 minuti di lettura

Si fa o non si fa? Esce o non esce? Se esce quando esce?
Ci stiamo riferendo naturalmente all’iPhone low cost, su cui i rumours ancora non si placano.
Questa volta la fuga di notizie viene dal blog giapponese Macotakara, le cui fonti si sono rivelate più di una volta decisamente affidabili.

Stando al blog dagli occhi a mandorla, Apple starebbe pianificando il lancio di un inPhone in policarbonato con diagonale a schermo da 4,5 pollici (e non da 4 come l’attuale iPhone 5), a un prezzo di circa 330 dollari. Fin qui nulla di nuovo, se non fosse per la data di lancio: non la metà del 2013, così come precedentemente vociferato, bensì il 2014.
Il suo sviluppo sarebbe oggi alla fase embrionale e la produzione non partirà prima della fine dell’anno in corso, per una disponibilità nei primi mesi del 2014. Nel frattempo, però, dovrebbe vedere la luce l’iPhone 5S, di cui l’ unica novità rilevante tra i rumours che si rincorrono senza pace sembrerebbe riguardare l’ introduzione di un doppio flash LED nella parte posteriore del dispositivo per migliorare la qualità delle immagini in scarse condizioni di luce.

Tornando all’iPhone a basso costo, l’opportunità è certo allettante: da un lato il display più grande  – che fa concorrenza ai dispositivi, prevalentemente dotati di sistemi operativi Android, che hanno ormai ampiamente superato i classici 3,5 pollici di iPhone 4 e 4S – e dall’altro il prezzo contenuto dovrebbero aiutare il nuovo smartphone di Cupertino ad affermarsi nei mercati emergenti e aumentare così rapidamente il suo marketshare.

Sempre che si faccia, perché il CEO di Apple Tim Cook continua a rimanere sul vago.
Nell’ incontro con gli azionisti del 27 febbraio scorso, Tim Cook ha messo in evidenza che nel 2012 la sua società è cresciuta di circa 48 miliardi di dollari, una cifra di gran lunga superiore a quella raggiunta da Google, Microsoft, Dell, HPe Blackberry. Ha inoltre dichiarato che stanno valutando nuove categorie di prodotti, riferendosi sicuramente ad iTV e iWatch ma non all’iPhone low cost, sul quale Cook si è dimostrato scettico, sottolineando che “il successo non si ottiene producendo più dispositivi” per una stessa categoria.

Un paio di settimane fa circa il CEO di Apple è stato intervistato nel corso della Goldman Sachs Technology and Internet Conference, dove ha risposto alle domande sul presunto iPhone low-cost con delle curiose affermazioni:

Il nostro obiettivo è quello di creare dei prodotti di qualità. Non faremo mai qualcosa che non sia un grande prodotto. Non è per quello che l’azienda esiste.

Detto questo, dopo aver abbassato i prezzi dell’iPhone 4 e 4S per renderli accessibili a più persone, nel mese di dicembre non avevamo scorte sufficienti per vendere ulteriori iPhone 4. […] Abbiamo fatto in modo di rendere i nostri prodotti più accessibili dal punto di vista economico.

[…]

Per anni ci è stato chiesto di creare un Mac economico. Noi ci abbiamo lavorato a lungo, ma a quel prezzo non sarebbe stato possibile realizzare un grande prodotto. Proprio per questo abbiamo creare l’iPad, che adesso è in vendita a partire da 329 dollari.

Molte volte, quindi, è possibile risolvere il “problema” in modi completamente differenti.

Dunque, Apple non ha intenzioni di realizzare un prodotto con materiali scadenti per aumentare il suo bacino d’utenza, ma potrebbe creare un iPhone con caratteristiche “obsolete” per un pubblico meno esigente. Staremo a vedere.

Eh sì, non ci resta che stare a vedere…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>