La pentola a pressione dell’International Open Data Day

Scritto da:     Tags:      Data di inserimento:  3 febbraio, 2013  |  Nessun commento
3 febbraio, 2013
Open

Visite: 1007
Un giorno, a fine novembre, parlando con colleghi che si occupano di open data ho segnalato che il 23 febbraio 2013 ci sarebbe stato l’International Open Data Day e subito ci è venuta l’idea di provare a mettere in piedi, anche in Italia, qualche iniziativa in proposito.
Il primo pensiero è stato “open”: saremo open e quindi dobbiamo coinvolgere chiunque abbia competenze/voglia/interesse nel campo, nessuno escluso.
Ho fatto mille telefonate, ho mandato decine di mail con il primo obiettivo di trovarci presto, di persona, per iniziare a discutere di: come, dove, quando, chi…
Abbiamo fissato il 5 dicembre per il primo incontro organizzativo.
Dove?
A Bologna.
Perché Bologna?
Perché è baricentrica rispetto a dove si “fanno” Open Data in Italia (e qui il primo pensiero che avremmo dovuto lavorare di più sul sud).
E poi Bologna anche perché Dimitri Tartari http://www.linkedin.com/in/dimitritartari ha accettato la nostra richiesta di aiutarci a trovare una sede in Regione Emilia Romagna.
Detto fatto… ci siamo visti il 5 dicembre a Bologna, ma questo lo sapevate già (qui http://www.pionero.it/opendataday-i-video-racconti-della-giornata-dei-dati-aperti/ trovate i video racconti della giornata).
Abbiamo predisposto un sito www.opendataday.it, abbiamo messo insieme diversi gruppi di lavoro e un bel po’ di mailing list attivissime (a volte anche troppo).
Insomma siamo partiti.
Per dove?
Come tutte le giornate internazionali di qualcosa ognuno che vuole/può/riesce a fare fa e davvero tutti possono collaborare a loro modo. E in effetti se guardate quihttp://wiki.opendataday.org/2013/City_Events vedrete che sono stati previsti tanti, tantissimi eventi in tutto il mondo e che anche l’Italia non scherza:
Per ora vi segnalo il corso che si terrà a Pisa http://wiki.opendataday.org/Pisa2013 , il giorno prima (quindi il 22 febbraio)… si tratta di far capire alle amministrazioni (politici e dirigenti) l’importanza degli Open Data, quali sono gli obblighi di legge, quali le opportunità per i loro territori e per le imprese!
Intanto anche domani ne parleremo qui http://www.statigeneralinnovazione.it/wiki/index.php?title=Carta_d%27Intenti_per_l%27Innovazione chi può faccia un salto!

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: