Google Plus stacca Twitter. Puo’ assaltare anche Facebook?

Scritto da:     Tags:  , , , , , , , , , ,     Data di inserimento:  29 gennaio, 2013  |  Nessun commento
29 gennaio, 2013
Google Plus conquista posizioni ma Facebook è ancora dominante

Visite: 836

Clamoroso? Inevitabile? Sorprendente? Dipende dai punti di vista, ma la scalata di Google Plus è stata talmente silenziosa che in pochi se ne sono accorti, forse perché il social network di Big G è molto diverso dai riferimenti in materia, Twitter (scalzato) e Facebook (saldamente al comando) e, alla base dei suoi successi, dicono ci siano soprattutto le nuove app per Android e iOS.

Partiamo dai numeri e dalle fonti, poi arriveremo alle (possibili) motivazioni, coscienti che forse solo gli utenti in crescita di Google Plus possono effettivamente spiegare cosa ha di più questo social rispetto agli altri, e proprio per questo chiediamo alla comunità di spiegarci i motivi, o magari le sensazioni secondo le quali un nuovo “cittadino sociale” dovrebbe iscriversi a G+.

Il rapporto del Global Web Index, che fa riferimento all’ultimo trimestre del 2012, posiziona dietro al “babbo” Facebook proprio Google Plus e Youtube, quando fino al trimestre precedente era ancora Twitter a presidiare la posizione d’onore. A livello di utenti attivi, sono 693 milioni quelli di Facebook – che in realtà puntava al miliardo entro fine 2012, ma comunque ci arriverà con qualche mese di ritardo -, mentre il social di Mountain View ha chiuso l’anno con 343 milioni e Twitter scala in quarta posizione con 288 milioni, leggermente sopravanzata anche da Youtube, il social network dei video (a proposito, il fringuello più famoso del mondo tenta di recuperare con la recente applicazione Vine, ma la strada sembra già in salita per questioni di sicurezza).

La classifica dei 25 social network più frequentati della Internet sfera

In realtà, c’è da considerare che Twitter è il social network che in percentuale è più cresciuto, nel 2012: il 21% della popolazione mondiale oggi lo utilizza, anche se Google Plus si assesta sul 25% e Facebook, letteralmente dominante, viaggia su cifre sbalorditive (il 51% di chi naviga ha un profilo su FB o comunque lo naviga).

Ma perché Google Plus piace così tanto? Da alcuni mesi gli iscritti hanno dei privilegi particolari, creati grazie a un’integrazione sempre crescente tra i suoi servizi, sia con vere e proprie politiche di precedenza ai blogger e webmaster che, per esempio, associano il loro account G+ al proprio sito. Poi, come dicevamo sopra, c’è l’aspetto delle nuove applicazioni, con le notifiche e la revisione della modalità con cui si possono fare i post, insieme alla possibilità di partecipare alle community, parrebbe decisive nel coinvolgere la gente sul network.

La notifica diretta, sul display, porta automaticamente l’utente a incuriosirsi. Senza considerare l’importanza che riveste l’interazione completa tra Google Plus e Youtube, che portato tutti quelli in possesso di canali video di successo a passare a Google Plus e cosi anche offrendo la possibilità ai blogger di venire automaticamente indicizzati nei risultati di ricerca. In tempi di web marketing, strategia assolutamente vincente. Come confermano i risultati.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: