Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Apps & Mobile / Aziende / E-commerce / in evidenza / Innovazione / Marketing / Social Media / Start Up

Irresistibile Ruzzle: Social gaming in salsa letteraria

Irresistibile Ruzzle: Social gaming in salsa letteraria
1 minuti di lettura

Uno schema di 20 lettere, 2 minuti di tempo, longevità infinita e milioni di utenti contro cui sfidarsi: questi gli ingredienti di Ruzzle, l’ipnotico gioco per smartphone che conta oltre 11 milioni di utenti in tutto il mondo.

Sviluppato dalla Mag Interactive e giunto sugli store da circa un anno in modalità gratuita (riservando però alcune funzionalità alla versione premium: statistiche personali, modalità allenamento, partite in contemporanea e assenza di pubblicità, per la bellezza di 2,69 €), il gioco si presenta come un ibrido tra “scarabeo” e i classici “Crucipuzzle”: su una griglia di 5 lettere per 5 due utenti si sfidano nella ricerca di più parole possibili e del massimo punteggio, giocando sia in contemporanea che in differita.

La ricerca degli sfidanti pesca direttamente tra i propri contatti sui Social Network (Facebook in primis), ma è naturalmente possibile cercare gli avversari anche tra tutti gli altri utenti in linea, dando così vita a infinite sfide anche in modalità “asincrona.

Naturalmente non è tutto oro quel che luccica: il gioco, infatti, provoca dipendenza, oltre che una discreta quantità di spam su tutte le piattaforme social cui si è connessi, dove vengono automaticamente notificati record, vittorie e (purtroppo) sonore sconfitte. Le batterie degli smartphone, inoltre, sembrano scaricarsi molto velocemente, ma la colpa di questo è forse da ricercarsi nella potenzialità ipnotica, che rende decisamente difficile ricordarsi che esiste un mondo intorno a noi.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Foto del profilo di Lorenzo Orlando
Laureato in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l'Università Sapienza di Roma, dal 2008 collabora col Cattid nell'ambito delle attività del gruppo di ricerca Logos, per il quale partecipa a diversi progetti sui temi dell'e-Government, dell'e-Inclusion, dell'e-Partecipation, dell'Open Data. È membro fondatore dell'associazione "Stati Generali dell'Innovazione".

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register