in evidenza / Marketing / Social Media

Chi sono i V.I.P. piu’ social?

Chi sono i V.I.P. piu’ social?
2 minuti di lettura

Ormai sono molti i personaggi famosi che frequentano assiduamente il mondo dei social network. Ma chi sono i più popolari? La risposta la troviamo in Social Trends , un progetto inaugurato dal Cnr di Pisa per monitorare e analizzare i principali social media e evidenziare le attività di personaggi pubblici e mass media come giornali e radio. L’ analisi non prende in considerazione solo il nostro paese ma analizza anche altre quattro nazioni: Francia, Germania, Stati Uniti, Gran Bretagna, offrendo una panoramica più ampia sulle tendenze. Ma veniamo subito all’Italia. Il V.I.P. più social sembra essere Valentino Rossi, con 5 milioni di like su Facebook e 1,5 milioni di follower su Twitter mentre su Youtube è Beppe Grillo ad avere più subscriber, più di 112 000. Altri che si piazzano molto bene sono Alessandro del Piero e Vasco Rossi entrambi con più di 3 milioni di fan su Facebook e Jovanotti con quasi 1 milione e mezzo di follower su Twitter. Per quanto riguarda i media, troviamo il fatto Quotidiano secondo nella classica di  Youtube (76 000 subscribers) e Radio Dejay su Twitter (quasi un milione di follower.)

Ma vediamo ora cosa succede negli altri paesi, dove Social Trend monitora i personaggi pubblici ma non tutti i mezzi d’informazione. In Francia nelle prime posizioni in tutti i social network troviamo cantanti e calciatori. Il primo politico a comparire in classifica è Hollande con 500 000 follower su Twitter ma solo con 81 subscribers su Youtube. La situazione è abbastanza simile negli stati Uniti dove sono cantanti e musicisti a farla da padrone in tutti i social. Naturalmente anche  Obama dimostra di avere grande seguito specialmente su Twitter, dove si piazza al terzo posto con più di 25 milioni di follower. Per quanto riguarda La Gran Bretagna, troviamo una prevalenza di figure legate al mondo dello spettacolo e dello sport su Facebook e Twitter . Molto differente è la situazione su Youtube dove oltre ai cantanti sono molto seguiti i canali della Monarchia (114 000), dei partiti (5000 per i conservatori e 4000 per i Laburisti) e alcune testate giornalistiche (7000 il Daily Mirror e 4000 il Sun). Veniamo ora all’ultima nazione considerata, la Germania. Questo paese ha una classifica dominata dagli sportivi, specialmente calciatori e conta la presenza di qualche divo del cinema. Assenza quasi totale dei politici, eccezion fatta per l’esponente dei Verdi Daniel Cohn-Bendit presente però nelle ultime posizioni.

Com’era prevedibile, le classifiche di Social Trends dimostrano che l’attenzione degli utenti dei social network è rivolta soprattutto alle star dello sport e dello spettacolo, ma che forse, risultato meno scontato, anche i politici possono ricavarsi il loro spazio.

Foto del profilo di Lampadina Lab
LampadinaLab è principalmente un laboratorio di idee. Siamo nate nel dicembre 2011, in ambito universitario. Data la necessità sociale di darci una forma ci descriviamo come Social Media Communicators. Ci occupiamo di comunicazione in tutte le sue fasi, dall’analisi contestuale alla pianificazione delle idee, dalla creazione di contenuti all’animazione dei canali social. La nostra intenzione principale è quella di dare contenuto alle tecnologie, di dargli vita, nella maniera più originale possibile. Comunicare è un istinto a cui cerchiamo di dar forma attraverso la creatività, sfruttando le opportunità che ogni media ci offre. Siamo cinque: Oriana Bottini, Valentina Canu, Eleonora Ciali, Sara Di Costanzo, Daniela Mannini. LampadinaLab collabora con Alessia Canu per la realizzazione grafica. Le nostre competenze professionali si muovono in ambienti diversi e il nostro desiderio di crescere professionalmente ci spinge ogni volta a dare il massimo dell’impegno per incrementare il nostro bagaglio culturale. Ci occupiamo di Social Media Management e Animation, Blogging, Fotografia e Videomaking, Rassegna stampa, Gestione e Copertura di eventi in loco e on line. La nostra filosofia è quella di ideare una modalità di lavoro aperta e mutevole che favorisca le dinamiche di gruppo; professionalità e preparazione tecnica associata alla creatività e al desiderio di ideare qualcosa di nuovo. Blog: http://lampadinalab.wordpress.com/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>