Blogger / Marketing

Rilievi sicuri: Top Crash risolve i sinistri stradali

Rilievi sicuri: Top Crash risolve i sinistri stradali
2 minuti di lettura

Velocità e sicurezza: sono queste le caratteristiche principali di Top Crash, lo strumento messo a punto dal Corpo Unico di Polizia Municipale Reno Galliera, con il supporto tecnico della Topcon Italia, per semplificare il rilievo planimetrico dei sinistri stradali e produrlo in tempo reale: a spiegarne il funzionamento è l’Agente scelto Giannico Zicola.
“Top Crash sfrutta un hardware esistente in commercio già da tempo, a uso specifico dei topografi per fare i rilievi di ponti e strade, e si basa su tecnologia Gps, che consente di evidenziare i dati con estrema precisione. Il progetto nasce dall’osservazione di un dato reale: nel territorio del comune di Castel Maggiore, infatti, esiste un incrocio a tre vie dove si verificavano incidenti almeno due volte a settimana, e ogni volta avevamo difficoltà a recuperare i punti fissi per fare le triangolazioni”. Di qui l’esigenza di studiare un sistema alternativo che consentisse agli agenti di lavorare in piena sicurezza, dall’altra di velocizzare i rilievi in modo da liberare il traffico nel minore tempo possibile. L’idea, nata circa due anni fa, è stata poi concretizzata grazie al supporto della Topcon: dopo una fase sperimentale di circa 8 mesi, durante il quale sono state messe a punto le problematiche e le migliorie, il software è entrato a pieno regime. Il funzionamento è semplice, “messo a punto da chi sta in strada per chi sta in strada” spiega Zicola: all’arrivo sulla zona del sinistro, l’agente rileva velocemente la situazione, spostandosi sui vari punti d’interesse. Al rientro in ufficio si scaricano i dati memorizzati su scheda SD e il software Meridiana Crash restituisce la planimetria con tutti gli elementi essenziali del rilievo.
Dato non secondario, la memorizzazione completa delle strade, intersezioni, curve, e ogni altro luogo del sinistro, consente, al successivo rilievo, la localizzazione dei soli veicoli coinvolti e delle eventuali altre tracce, portando così a pochi secondi il rilievo planimetrico del sinistro. La resa grafica potrà inoltre essere messa a disposizione delle assicurazioni e delle procure. I vantaggi sono evidenti: “dal punto di vista professionale la sicurezza degli operatori sulla strada, perché praticamente tutto il rilievo viene fatto senza stare sulle corsie di marcia dei veicoli, senza doverle attraversare. Inoltre si riesce ad avere la planimetria immediata dell’incidente, un fermo immagine completo della strada con tutti i veicoli coinvolti, in modo da far riprendere nel più breve tempo possibile il traffico. Inoltre, in questa maniera è possibile ottenere il disegno della scena dell’incidente in soli cinque minuti, un tempo minimo rispetto alle due ore del disegno a mano, e in qualsiasi formato desiderato”.
Per il futuro l’obiettivo è di proseguire il lavoro di sinergia con il privato per mettere a punto nuovi strumenti tecnologici d’aiuto al lavoro quotidiani degli agenti del Corpo Unico. “Investire sui progetti è importantissimo, proprio perché la tecnologia esiste e bisogna utilizzarla cercando di ottenere il maggiore risultato, sfruttandola al massimo”. Al momento Topcrash è disponibile per tutti gli altri Corpi di Polizia Municipale che desiderino provarlo: “Questo sistema è stato studiato appositamente per chi sta in strada, ed è dunque improntato sulla velocità e la sicurezza: si tratta di un aiuto che vogliamo dare ai colleghi, che merita e mi sembrerebbe giusto condividere con gli altri”.

Foto del profilo di Simona Silvestri
Giornalista pubblicista, appassionata di scrittura e di tutto quanto ciò che riguarda i media e la comunicazione, nomade per necessità, curiosa per natura. Laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Perugia, quando non scrivo di tecnologia e innovazione mi occupo di economia, sociale e cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>