Agenda Digitale / E-government / in evidenza / Innovazione / Marketing / Open Data / Strategia

Regione Lazio, due bandi FILAS di supporto agli open data

Regione Lazio, due bandi FILAS di supporto agli open data
1 minuti di lettura

La Regione Emilia Romagna mette strutture e disegna servizi più immediati e di supporto effettivo a utilizzatori, associazioni di cittadini e rappresentanti di produttori. E la Regione Lazio come “risponde”?  Come ha percepito il modello diventato legge? Ma soprattutto come cerca di attuare e diffondere la legge stessa? All’Opendataday ne abbiamo Parlato con Maria Rita Minelli di FILAS, Finanziaria laziale di sviluppo della Regione.

La regione ha fatto una legge sul riutilizzo dei dati del settore pubblico lo scorso giugno, ed è stata la seconda a redarre una normativa ad hoc sul tema – ci racconta Minelli -. Insieme sono state previste molte azioni di supporto alla realizzazione stessa, in modo cioè che tutte le pubbliche amministrazioni locali possano avere strumenti, conoscenze e anche capacità economiche per mettere in pratica la legge sugli open data. FILAS, in questo contesto, gestisce le azioni finanziarie: sono aperti due bandi, open data per piccole medie imprese e per pubbliche amministrazioni locali della regione Lazio“.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=SfbZeYz8Su0&w=420&h=315]

Investimenti dedicati, quindi, al miglioramento effettivo di una pratica che la recente approvazione del decreto sviluppo bis/decreto crescita ha reso obbligatoria per le pubbliche amministrazioni. In quest’ottica, la modalità è duplice. “I due bandi sono dotati di circa 6 milioni di euro ciascuno, e si rivolgono sia alle PMI che ai comuni, Unioni di Comuni e Province: l’obiettivo è presentare dei progetti che abbiano come centralità gli open data. Per le PA si tratta di progetti che tendano ad aprire i propri dati ed esporli a seconda di criteri appropriati, mentre le imprese devono ideare progetti che a partire di dati open presenti ovunque, possano sviluppare applicazioni per aprire questo nuovo mercato che anche la comunità europea raccomanda come emergente e che può dare risultati in termini anche economici“.

In ultima istanza, anche “l’assitenza post-vendita”, se vogliamo chiamarla così. “Si, verrà data a tutti gli enti controllati dalla regione per realizzare ed esporre i dataset su una parte specifica del portale della Regione Lazio“.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>