Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Agenda Digitale / E-government / in evidenza / Innovazione / Marketing / Opengovernment

Dall’UE direttiva sull’accessibilita’ ai servizi on line

Dall’UE direttiva sull’accessibilita’ ai servizi on line
1 minuti di lettura

Già il 12 novembre scorso, in occasione del convegno organizzato dal Financial Times a Milano, Neelie Kroes aveva avuto parole di rimprovero per l’Italia riguardo al ritardo digitale. “Oltre il 40% degli italiani non ha mai avuto accesso a internet. Vi rendete conto del numero di servizi che queste persone si perdono?” – aveva chiesto retoricamente alla platea la vicepresidente della Commissione europea e responsabile per l’Agenda digitale. “Voi italiani avete l’imprenditoria nel sangue, serve non smettere di crederci – aveva aggiunto salvandosi in corner – perché l’Europa torni leader nell’innovazione e nella tecnologia”.

Questa volta, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 dicembre scorso, la richiesta è stata quella di rendere accessibili ai disabili i siti web degli enti pubblici che offrono servizi essenziali come il rilascio di documenti, i servizi sociali e sanitari, la dichiarazione dei redditi o l’iscrizione all’università… perché l’accesso ai servizi pubblici online è un diritto!

“Oggi tutti noi dipendiamo virtualmente dall’accesso a internet per affrontare i vari aspetti della vita quotidiana e abbiamo tutti diritto a un accesso su base equa ai servizi pubblici online”, ha sottolineato la Commissaria all’agenda digitale Neelie Kroes, che, al di là del monito, avanza una proposta è concreta: una direttiva che preveda, a partire dalla fine del 2015, l’introduzione di norme obbligatorie e uniformate a livello dei 27 paesi Ue. Sono infatti circa 80 milioni i cittadini Ue colpiti da disabilità che potranno beneficiare, insieme a 87 milioni di persone over 65, dei nuovi siti accessibili per tutti. La situazione attuale, infatti, è molto grave: solo un terzo dei 761mila siti degli enti pubblici europei è pienamente accessibile. Con le norme Ue, invece, le persone con menomazioni visive potranno ascoltare le descrizioni delle immagini utilizzando un lettore di schermo, quelle affette da menomazioni uditive potranno leggere le didascalie dei file audio, mentre tutti gli elementi del sito potranno essere esplorati con tastiera e mouse.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register