in evidenza / Marketing / Social Media

2012: il boom dei Social Media

2012: il boom dei Social Media
2 minuti di lettura

 

Trascorriamo più tempo sui social network che su qualsiasi altro sito, e lo facciamo per il 30 per cento dai device mobili e per il 20 per cento dal PC. In particolare, negli Stati Uniti c’è stato un incremento del 37 per cento del tempo totale speso online in favore dei social media: 121 miliardi di minuti a luglio del 2012, rispetto agli 88 dell’anno precedente.

Queste ed altre cifre interessanti emergono dal Social Media Report 2012 di Nielsen, uno studio che valuta accuratamente moltissimi parametri e consegna, tra l’altro, la corona del vincitore a Facebook, il più visitato dei social media negli USA e non solo. Con oltre 152 milioni di visite da PC, oltre 78 milioni di utenti di App e altri 74 milioni abbondanti via Web. A seguire, i siti più frequentati su PC sono Blogger, Twitter, WordPress, LinkedIn, Pinterest, Google Plus.

Nel ramo mobile, l’ordine è Facebook, Twitter, FourSquare, Google Plus e Pinterest, seguiti da altri. Ciò che Nielsen evidenzia è un’ascesa piuttosto consistente per Pinterest: come si osserva dalla percentuale, nell’arco di un anno  il suo utilizzo via App è cresciuto di… appena il 1698 per cento, un guizzo verso l’alto che nessuno degli altri ha compiuto. In linea generale, sale l’utilizzo del Web mobile (che comprende anche i tablet) e i PC scendono di un 4%. Una nota curiosa di questo report riguarda il luogo preferito per utilizzare i social media: i giovani di età compresa tra i 18 e i 24 anni, non perdono occasione di commentare, inviare tweet e  postare sul proprio blog persino dal bagno.

Le fasce d’età superiori, tra 25 e 35 anni, sembrano invece prediligere le postazioni dell’Ufficio. Un altro dato interessante che emerge è il fatto che nonostante le personalità politiche, molto negli USA ma anche in Italia siano molto presenti e attive nei social media, il principale impiego di questi ultimi resti ancora prevalentemente orientato al contatto con amici e familiari. Secondo Nielsen, il 60 per cento dell’utenza Facebook usa il portale per tenersi in contatto con persone che conosce personalmente, mentre solo il 9 per cento sceglie di entrare in contatto con qualcuno su LinkedIn per via dell’attrattiva fisica.

Notizia a cura di http://lampadinalab.wordpress.com/

 

Foto del profilo di Lampadina Lab
LampadinaLab è principalmente un laboratorio di idee. Siamo nate nel dicembre 2011, in ambito universitario. Data la necessità sociale di darci una forma ci descriviamo come Social Media Communicators. Ci occupiamo di comunicazione in tutte le sue fasi, dall’analisi contestuale alla pianificazione delle idee, dalla creazione di contenuti all’animazione dei canali social. La nostra intenzione principale è quella di dare contenuto alle tecnologie, di dargli vita, nella maniera più originale possibile. Comunicare è un istinto a cui cerchiamo di dar forma attraverso la creatività, sfruttando le opportunità che ogni media ci offre. Siamo cinque: Oriana Bottini, Valentina Canu, Eleonora Ciali, Sara Di Costanzo, Daniela Mannini. LampadinaLab collabora con Alessia Canu per la realizzazione grafica. Le nostre competenze professionali si muovono in ambienti diversi e il nostro desiderio di crescere professionalmente ci spinge ogni volta a dare il massimo dell’impegno per incrementare il nostro bagaglio culturale. Ci occupiamo di Social Media Management e Animation, Blogging, Fotografia e Videomaking, Rassegna stampa, Gestione e Copertura di eventi in loco e on line. La nostra filosofia è quella di ideare una modalità di lavoro aperta e mutevole che favorisca le dinamiche di gruppo; professionalità e preparazione tecnica associata alla creatività e al desiderio di ideare qualcosa di nuovo. Blog: http://lampadinalab.wordpress.com/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>