Pronto soccorso in tempo reale: al Galliera esiste!

Scritto da:     Tags:  , , , , , , , ,     Data di inserimento:  30 novembre, 2012  |  Nessun commento
30 novembre, 2012
galliera

Visite: 1682

Conoscere in tempo reale gli accessi e i triage dei Pronto soccorsi dell’area metropolitana di Genova. L’Ospedale Galliera, già tra i vincitori del Premio Egov 2012 di Riccione,  prosegue sul binario dell’innovazione con il progetto di monitoraggio dello stato di occupazione dei 118, per fornire in tempo reale i dati di afflusso di ciascuna struttura, in base ai quali poter smistare le auto-mediche e le ambulanze e contribuire quindi a garantire le finalità di un miglior coordinamento. Ce ne parla diffusamente il Dottor Carlo Berutti, Responsabile del SIET, Servizio Informatico e Telecomunicazioni H Galliera di Genova.

“Il sistema consente di vedere in un’unica interfaccia web http://galliera.it/118, molto intuitiva, le presenze in tempo reale in tutti i Pronto soccorsi che insistono sull’area genovese, distinte per codice colore, e in attesa di essere visitati e con accertamenti avviati” spiega Carlo Berruti. “La schermata di accesso è un vero cruscotto che offre un colpo d’occhio completo, che consente all’operatore di capire se ci sono eventuali siti “congestionati. È possibile poi entrare nel dettaglio di un singolo presidio o navigare nel tempo per verificare lo stato dei singoli Pronto soccorsi in un momento particolare”.

Un sistema facile e intuitivo, giunto ormai al suo sesto anno di utilizzo: lo strumento è utilizzato dagli operatori dell’emergenza sanitaria dal 2006 e i benefici sono ben evidenti. In primo luogo “efficienza da parte del 118 e dei vari DEA nello smistamento consapevole delle emergenze” prosegue Berutti. “Lo strumento è utilizzato dagli operatori del 118, ma anche dai cittadini, essendo una pagina pubblica, per individuare eventuali criticità e scegliere di conseguenza la destinazione migliore”. A oggi il sistema di monitoraggio è utilizzato soprattutto dagli operatori, ma i dati sono consultabili anche dai cittadini attraverso una pagina pubblica, in modo da riuscire a individuare eventuali criticità e scegliere di conseguenza la destinazione migliore. “Le pagine sono state rese pubbliche da subito perché l’utilità è evidente anche per il cittadino che deve scegliere in caso di emergenza dove andare”. I numeri danno la dimensione della riuscita del progetto: in base a Google Analitycs, le visualizzazioni di pagina unica per una giornata sono 6.650, 5.380 gli accessi.

Ma l’innovazione, al Galliera, non ha interessato soltanto lo stato di occupazione dei Pronto soccorsi: ad appena un anno dall’avvio del progetto, è partito anche il sistema di monitoraggio della disponibilità dei posti letto. Come precisa Berutti “la realizzazione è attiva dal 2007, consente di verificare la disponibilità in tempo reale dei posti letto per specialità sull’area metropolitana. Il database è alimentato dalle diverse procedure di ricovero delle strutture ed espone le disponibilità, per specialità, nelle pagine sovra-aziendali metropolitane a disposizione esclusiva degli operatori”. Innovazione per fornire servizi più intelligenti all’utenza: l’Ospedale Galliera si riconferma ente attento all’innovazione, nonostante il complesso periodo di crisi economica del settore pubblico.

“Le soluzioni informatiche consentono di “risparmiare” tempo e denaro e i tempi di crisi le stimolano. Gli stimoli vengono poi soprattutto dalle esigenze espresse dagli operatori, ma anche dai pazienti, che possono trovare risposte in interventi informatici, spesso meno complessi di quanto si potrebbe immaginare” conclude Berutti. “Abbiamo da poco realizzato per il Pronto soccorso un servizio di chiamata anche per gli accompagnatori dei pazienti, multicanale (su monitor, su cellulare via SMS e con chiamata automatica, in 4 lingue italiano, inglese, francese e spagnolo), che consente così libertà di movimento in attesa della chiamata. A breve invece nella schermata 118 sarà inserito “un semaforo rosso” che evidenzierà graficamente le strutture che presentano un’occupazione critica, e quindi non devono essere utilizzate fintantoché permangono le soglie di congestione. Quest’ultime sono quelle deliberate dal G.O.R.E. (Gruppo Operativo Ristretto Emergenza della Regione Liguria), diverse struttura per struttura; il segnale grafico – che evidenzia lo stato di temporanea congestione – darà l’indicazione immediata al sistema 118 per attivare un “alleggerimento” sulla struttura che ha oltrepassato le soglie, espresse in codici colore. Non appena i limiti scenderanno al di sotto, l’evidenza grafica sarà rimossa”.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: