in evidenza / Marketing / Politica / Social Media / Strategia

Primarie su Twitter, prima la Puppato… al seggio!

Primarie su Twitter, prima la Puppato… al seggio!
1 minuti di lettura

Il dato è evidente: la politica – elettiva ed elettorale – ha una nuova piazza e un nuovo palazzo.
Si tratta di Twitter.
Quello che è successo per le primarie del centro-sinistra ne è l’emblema.
Sul social dell’uccellino si è scatenata, infatti, da parte dei candidati e degli elettori, una vera e propria cronaca collettiva in tempo reale  sullo stato dell’arte di code, voti, dati…
E non solo in Italia. Sono arrivati i risultati anche dalle grandi capitali dove hanno votato gli italiani residenti all’estero.
“Londra è renziana. Ai seggi vince sindaco con 163 voti; segue Vendola con 124 e Bersani con 68”.
Mentre a Parigi “Tot Parigi definitivi: Bersani 245 , Vendola 348, Renzi 200, Puppato 53, Tabacci 15”. Mentre “gli Usa scelgono Bersani. ma a Manhattan vince Renzi di 1 voto”.

Tam tam su Twitter a parte, vediamo i risultati. Non politici naturalmente 😉
Ad aggiudicarsi il primo posto @LauraPuppato, che alle ore 12.02, testimone un incontestabile tweet, infila la scheda nell’urna…

Secondo posto per il segretario PD @PBersani che alle ore 15:37 ha twittato l’operazione di voto.

Alle 13:54 @NichiVendola si trovava ancora a casa. A inchiodarlo il tweet che lo ritrae in sala da pranzo mentre brinda con la famiglia “alla bellezza delle Primarie”…

Ultimo @matteorenzi che, cercando di scaricare la colpa sulle code, non aveva ancora votato alle 18:50 di ieri…

Nessuna tweet-traccia di @TabacciPrimarie, ma alle 19:10 è stato pubblicato questo post che fa ritenere che Tabacci si trovasse nelle vicinanze del seggio…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>